Comune di Pozzuolo del Friuli
  • A A A
  • Scuole e Istituti

    In questa pagina è possibile recuperate alcune informazioni di carattere generale della proposta formativa presente nel nostro Territorio.

    SERVIZI SCOLASTICI A ORGANIZZAZIONE COMUNALE

    ISTITUTI PRESENTI SUL TERRITORIO COMUNALE

    Scuole dell’Infanzia

    Scuola Materna di Terenzano

    Via Vieris
    Terenzano
    33050 Pozzuolo del Friuli
     

    Scuola dell’infanzia e Asilo Nido di Pozzuolo  (privato)

    Via del Mercato n. 15 
    33050 POZZUOLO DEL FRIULI (Udine) 
    T 0432 669197 fax 0432 1574113 
    scuolainfanziami@libero.it
    W: www.asilopozzuolo.it

    Scuola Primaria Statale 

    Scuola Media Statale  “G. Marconi” 

    T 0432 669 047 
    smspozzuolo@gmail.com

    Istituto agrario

    Istituto Agrario di Pozzuolo del Friuli “S. Sabbatini” – I.P.S.A.A.

     

    LA SCUOLA INTEGRATA

    L’autonomia scolastica, delineata nel DPR 275/99, trova il suo livello massimo di realizzazione nell’interazione della scuola con le comunità locali. L’interazione, che non va intesa in termini di cedimenti al localismo, tende alla realizzazione di un Sistema Educativo Integrato a livello comunale fondato su un Patto Educativo Territoriale tra Ente Locale, Istituzioni Scolastiche, Associazioni e Agenzie educative del territorio.

    Si è cercato di attuare, nell’ambito del Comune di Pozzuolo del Friuli, un Sistema Educativo Integrato territoriale che, partendo dal principio della unicità del bambino, impegnasse l’intera Comunità, intesa come l’insieme di tutte le agenzie educative, a ricercare coordinamento e integrazione nella sua azione di sostegno alla crescita della persona umana. Compito della scuola è quello di uscire dalla propria autoreferenzialità, di sentirsi parte della comunità e riconoscere nel territorio altre agenzie educative che, con ruoli diversi, intervengono in modo rilevante sullo sviluppo del bambino.

    In sintesi il Progetto di Scuola Integrata si pone i seguenti obiettivi:

    1.  promuovere la continuità educativa tra le diverse esperienze formative e le molteplici agenzie che concorrono allo sviluppo culturale e sociale dei minori, ente locale, scuola, famiglia, associazioni, utilizzando gli strumenti giuridici previsti dall’autonomia;
    2. promuovere il benessere e la qualità della vita dei minori, accrescendo le opportunità per tutti e soprattutto per i più deboli;
    3. accrescere la motivazione all’apprendimento facendo della scuola un ambiente aperto e interagente con gli altri luoghi educativi e di vita dei bambini;
    4. accrescere le conoscenze e le competenze dei soggetti coinvolti nel processo educativo dei minori (genitori, insegnanti, operatori/educatori), coinvolgendoli in un unico patto educativo territoriale;
    5. introdurre nella scuola innovazioni organizzative e didattiche caratterizzate da flessibilità e aderenza ai bisogni reali dei bambini;
    6. realizzare al massimo grado percorsi formativi individualizzati;
    7. sostenere la genitorialità con una serie di servizi di supporto ;
    8. realizzare un servizio sburocratizzato, vicino e veloce.